Conferenza Stampa Etiquo Film Project

Conferenza Stampa Etiquo Film Project

Si è svolta nella tarda mattinata di venerdì 27 gennaio scorso, presso la Sala Cinema dell’ANICA a Roma, la conferenza stampa di presentazione di Etiquo Film Project, che ha l’obiettivo di realizzare un film composto da una selezione di 10 cortometraggi, esclusivamente scritti e realizzati da giovani che non abbiano compiuto i 36 anni di età alla data di scadenza del bando il 30 aprile 2017, con il tema “I giovani e il denaro. Etica, equità ed educazione finanziaria”

Il progetto è stato ideato e promosso da Cine1 Italia e dal direttore generale Pete Maggi, nonché direttore artistico di Etiquo che, in esordio in conferenza, così significa:-

– “Dato il sempre più limitato livello di attenzione di un utente medio, mi sembrava adeguato che i contributi dei singoli fossero in una forma breve e che poi confluissero in un contenitore più grande”

A supporto del progetto si è schierata la Operation Services, società consortile operante nel settore finanziario, con il suo amministratore unico, Vincenzo Giacomini

Una forma di cinema che da molto tempo non viene proposta, dopo l’illustre precedente de “I Mostri”, pellicola in 20 episodi del 1963, allora diretta interamente da Dino Risi, che aveva come attori ricorrenti Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi; citazione ad hoc, questa, per segnalare la presidenza della giuria tecnica affidata a Gianmarco Tognazzi.

La società di produzione e distribuzione cinematografica, CINE1 Italia, per giungere a selezionare le 10 storie portanti del film “Etiquo”, finanzierà la produzione di decine di cortometraggi – sino ad un massimo di 80 – tra tutte le sinossi e sceneggiature di cortometraggio che saranno pervenute sul sito www.etiquofilm.it dove c’è la possibilità di registrarsi e dove si trova il Form per l’upload del proprio script.

Proprio questo ultimo aspetto, è ciò che rende interessante l’evento, dal momento che nel nostro Paese i cortometraggi vengono presentati esclusivamente ai festival e poi tendono a scomparire, Etiquo Film Project si preoccupa della produzione e della distribuzione di decine di sceneggiature di cortometraggio – di circa 10 minuti ognuna – che avranno passato la prima fase di selezione, così coinvolgendo in una grande animazione le Scuole di Cinema e lo slancio autoriale di una molteplicità di giovani filmmaker, ma anche il pubblico che sarà chiamato ad esprimere un giudizio di merito per la definizione delle storie che faranno infine parte del film “Etiquo”.

Una scommessa culturale, dunque, per dare un’opportunità creativa ai giovani amanti del cinema, del tutto svincolata da enti e istituzioni, ponendo quanti meno ostacoli e condizioni possibili all’estro e alla fantasia, dovendo affrontare il tema dell’etica e dell’equità, di cui il nostro Paese ha un grande e vitale bisogno, e della educazione finanziaria.

Conoscere ed occuparsi del proprio denaro, sapendo pensare ad ogni cosa in relazione ad esso, come alla fattibilità delle cose, nel caso sceneggiando secondo criteri oggettivi di compatibilità economica e finanziaria, è una componente indispensabile del bagaglio delle competenze di ognuno, per il presente e per il futuro.

La conferenza stampa è stata moderata dal critico e giornalista cinematografico, Boris Sollazzo, che ha avuto al tavolo la Giuria al completo di Etiquo Film Project, ovvero, i già citati Pete Maggi, direttore artsitico e general manager di Cine1 Media Group e il presidente di Giuria, Gianmarco Tognazzi, lo scrittore, regista e sceneggiatore Aurelio Grimaldi, la produttrice cinematografica Caterina Nardi e la scenografa di cinema e teatro, Claudia Vaccaro.
Al termine della stessa è stato allestito un ottimo buffet, che ha avuto, di corredo e fiore all’occhiello, il vino dell’Azienda vitivinicola “La Tognazza”, La Tognazza amata, diretta e curata personalmente da Gianmarco Tognazzi.